Fagiolini verdi lessati e surgelati
correzioni 11.10.2013

Spesso ci troviamo ad avere un surplus produttivo di fagiolini verdi che non possono essere consumati al momento. Per evitare che perdano le loro caratteristiche di tenerezza e frangranza nel processo di maturazione, li raccogliamo e sottoponiamo ad una sommaria cottura e conseguente surgelazione, in modo da poterli consumare durante l'inverno.
Illustro il semplice procedimento che ci permette di avere a disposizione decine di sacchetti dai fagiolini surgelati, sicuramente migliori di quelli che pubblicizzano in televisione e con la certezza di essere scevri da prodotti di sintesi.

Il necessario e gli ingredienti:

Raccogliamo tutto ciò che le piante possono offrire; in genere ne lavoriamo 5 chili per volta, ma solo per questioni logistiche e di tempo.


Fagiolini appena raccolti

Si mondano del picciolo e dei filamenti per quanto possibile, si selezionano per eliminare quelli che presentano marciumi o parassiti.


l'opera di mondatura

Si lavano per allontanare eventuali impurità. In questo caso non si centrifugano, né si asciugano.


lavaggio e scolatura

Preparo un pentola con 5 litri d'acqua e la porto ad ebollizione con un cucchiaio di sale grosso, quindi scotto i fagiolini cercando di tenerli al dente.


Cottura e scolatura

Con una schiumarola li estraggo dall'acqua e li lascio scolare dentro uno scolapasta per poi posarli su un canovaccio a raffreddare.


raffreddamento sul canovaccio

Solo una volta freddi li inserisco nei sacchetti alimentari per la ghiacciaia; in genere ne metto 300/350 grammi, quindi scrivo la data e la quantità, poi surgelo in modo da poterli sfruttare durante l'inverno in base alla ricetta che preferiamo.


Insacchettamento per la cella frigorifera

www.000webhost.com