Pratiche d'igiene quotidiana
Nei boschi, in montagna o situazioni d'emergenza
30.05.2012

Lunghi periodi di bivacco, sopravvivenza o semplice adattamento a situazioni limite o a una vita di transizione per cause di forza maggiore non vuol dire abbruttirsi e vivere nella sporcizia.
In ogni situazione la pulizia è un fattore molto importante per prevenire infezioni e malattie e diventa ancora più importante in una situazione di sopravvivenza.
Un'igiene trascurata può ridurre le possibilità di sopravvivere nei casi limite, o vivere decentemente, nei casi più tranquilli, come una settimana in bivacco.

Lavarsi e produrre il sapone
Una doccia giornaliera calda con uso di sapone è l'ideale, ma puoi rimanere pulito senza questi lussi.
Usa un panno e acqua insaponata per lavarti, presta molta attenzione a piedi, ascelle, inguine, mani e capelli: sono le prime zone colpite da infestazioni e infezioni.
Se c'è scarsità idrica, svestiti più che puoi ed esponi il corpo al sole e all'aria per almeno un'ora, ma attento alle scottature e ai colpi d'aria.
Se piove e non fa freddo, puoi lavarti sotto lo scroscio, se non ci sono fulmini.
Un pezzo di sapone di marsiglia è un detergente polivalente che non dovrebbe mai mancare nella dotazione minimalista, però, se non ce l'hai, puoi utilizzare la cenere o la sabbia, oppure, se la situazione lo permette, puoi produrre sapone con grasso animale e cenere di legna. Ecco come:

Dopo che la miscela (il sapone) si raffredda, lo puoi usare anche se non è completamente solido, attingendo direttamente dalla pentola. Oppure puoi versarlo in un tegame (o qualsiasi altro recipiente), lasciarlo indurire e tagliarlo a barre per usarlo in un secondo momento.

Mani pulite
I germi sulle mani possono infettare cibo e ferite. Lavale sempre dopo aver maneggiato qualsiasi materiale che possa trasportare germi, dopo essere andato al bagno, dopo esserti presi cura di un malato e prima di maneggiare qualsiasi cibo, bevande o utensili per mangiare.
Mantieni le unghie corte e pulite, e tieni le mani lontane dalla faccia e occhi.

Capelli puliti
I capelli possono diventare un rifugio per batteri, pulci, pidocchi e altri parassiti. Mantenerli puliti, pettinati e tagliati aiuta a evitare questi rischi.

Abbigliamento pulito
Mantenere i vestiti più puliti possibili per ridurre il rischio di infezione della pelle o di un'infestazione di parassiti. Pulisci i vestiti esterni ogni qual volta si sporchino.
Usa biancheria intima pulita e scrollala energicamente ogni giorno.
Se l'acqua è scarsa, appendi gli abiti all'aria: lasciali sventolare ed areare esponendoli al sole per due ore.
Se hai un sacco a pelo o un telo letto rivoltalo ogni volta che lo usi, scrollalo energicamente e fagli prendere aria e sole.

Denti puliti
Lava la bocca e i denti con uno spazzolino almeno una volta al giorno.
Se non hai uno spazzolino puoi fare un "bastoncino da masticare". Trova un rametto che sia lungo 20 cm e 1 cm di larghezza ma stai attento che non sia di una pianta velenosa. Mastica un'estremità per sfibrarlo, o usa un coltello affilato per creare una scopetta, e usalo per frizionare denti e gengive.
Un altro metodo è quello di avvolgere un pezzo di stoffa pulito attorno al dito e strofinarci i denti.
È possibile anche lavarsi i denti con piccole quantità di cenere, bicarbonato, sale o sapone. Sciacquare quindi la bocca con acqua (anche salata) o un infuso di corteccia di salice. Puoi anche usare dei fili o fibre vegetali come filo interdentale.
Se si hanno delle carie si possono fare delle otturazioni temporanee applicandoci della cera, tabacco, aspirina, peperoncino in pasta o polvere.

Prendersi cura dei propri piedi
Per evitare seri problemi ai piedi controlla sempre le scarpe prima di indossarle. Lava e massaggia i piedi giornalmente. Taglia bene le unghie. Indossa una soletta e dei calzini asciutti. Controlla e spolvera i piedi ogni giorno, verificando se ci sono vesciche. Se si presenta una piccola bolla non aprirla, così sarà protetta dalle infezioni. Applica un'imbottitura per alleviare la pressione e ridurre l'attrito. Se la bolla scoppia trattala come una ferita. Puliscila (anche intorno) e cambia la fasciatura ogni giorno. Lascia le grandi bolle intatte e per evitare che scoppino o che si strappino causando una ferita aperta e dolorosa; effettua le seguenti operazioni:

Riposare a sufficienza
Per andare avanti hai bisogno di una certa quantità di riposo. Pianifica periodi regolari di riposo di almeno 10 minuti all'ora durante le attività quotidiane.
Impara a metterti comodo quando ti trovi in situazioni mentali precarie. Un cambio dall'attività mentale a quella fisica o viceversa può essere defaticante, quando il tempo o la situazione non permettono un rilassamento totale.

Mantenere l'accampamento pulito
Non sporcare l'area dell'accampamento con urine o feci. Usa una latrina quando disponibile, in caso contrario fai un bel buco, almeno ad una decina di metri dal campo, usalo e poi ricopri il tutto, piazzandoci sopra un bastoncino, in modo da non scavare una seconda volta nello stesso punto.
Ricordati di raccogliere l'acqua potabile a monte dell'accampamento e di trattarla sempre come suggerito nelle altre sezioni di questo sito.


000webhost logo